giovedì , Ottobre 21 2021
Breaking News
Home / In Evidenza / Volkswagen Golf GTI TCR: il suo terreno è la pista

Volkswagen Golf GTI TCR: il suo terreno è la pista

Nel corso di sette generazioni della Volkswagen Golf GTI, sono stati prodotti e venduti quasi 2,3 milioni di esemplari. Dal debutto della prima GTI nel 1976, il DNA di questo modello Golf non ha mai subito variazioni: carrozzeria due volumi compatta, peso ridotto, quattro cilindri brillante, trazione anteriore, inserti rossi nella griglia del radiatore, design di classe. Tuttavia, di generazione in generazione, la Golf GTI è stata continuamente ridefinita e perfezionata. Ora la Volkswagen introduce sul mercato un nuovo stadio evolutivo di questa compatta di culto: la Golf GTI TCR che, eliminando il limitatore (intervento che si può ottenere a richiesta), può raggiungere i 260 km/h. Una versione stradale, derivata dal motorsport, dell’omonima autoda corsa due volte vincitrice assoluta del campionato internazionale TCR. Il propulsore TSI della GTI TCR sviluppa 290 CV e 380 Nm. La potenza viene trasmessa di serie alle ruote anteriori attraverso un cambio a doppia frizione a 7 marce DSG e a un differenziale a bloccaggio trasversale.

Numerosi dettagli degli equipaggiamenti contribuiscono a sottolineare il carattere particolarmente sportivo e l’immagine decisa della Golf GTI TCR. Il nuovo modello di punta della Golf GTI è equipaggiato di serie con cerchi in lega da 18″ Belvedere; a richiesta, sono disponibili cerchi in lega da 19″ di nuovo design con i motivi Reifnitz e Pretoria. Dietro i grandi cerchi in lega si celano dischi freno forati dotati di pastiglie speciali in grado di assicurare al modello derivato dal motorsport una capacità di frenata all’altezza della Golf GTI TCR da competizione.

Per la Golf GTI TCR viene offerto un colore nuovo: il Pure Grey. Le altre tonalità disponibili sono quelle GTI tradizionali: Pure White, Rosso Tornado, Deep Black effetto perla e Oryx White effetto madreperla. A richiesta, è anche possibile personalizzare la fiancata della vettura con
un’incisiva pellicola decorativa a nido d’ape. (er)

La Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma dal 1944