mercoledì , agosto 15 2018
Breaking News
Home / Eventi / Vacanze Sicure 2018: quando il pneumatico fa la differenza

Vacanze Sicure 2018: quando il pneumatico fa la differenza

Roma – Vi siete mai domandati quante vetture circolano in Italia con pneumatici non idonei a garantire le prestazioni invece richieste dal mezzo? Che si tratti di una manutenzione assente o sporadica, di pneumatici usurati dal tempo o di equipaggiamenti con caratteristiche non più in linea con la stagione – si pensi alle mescole M+S lasciate montate fino alle vacanze estive e riportanti un indice di velocità inferiore a quello dichiarato sulla carta di circolazione ad esempio – i dati sono preoccupanti. Il quadro generale relativo alla rilevazione “Vacanze Sicure” 2017 non lascia spazio ad indugi: su circa 13000 vetture oggetto di controlli, in più della metà si sono riscontrate anomalie sullo stato dei pneumatici.

Un momento della conferenza stampa

“Vacanze Sicure” 2018, campagna giunta oramai alla sua quindicesima edizione, sancisce nuovamente la collaborazione raggiunta fra il Ministero dell’Interno, il Servizio Polizia Stradale e l’Associazione di produttori e rivenditori di pneumatici – fra cui figura Assogomma e Federpneus – congiunti allo scopo di sensibilizzare gli automobilisti su un fattore che molto spesso viene trascurato e che invece ricopre un ruolo fondamentale: l’utilizzo di pneumatici di serie idonei alla stagione, ed opportunamente manutenuti. A tesserci il quadro della situazione, Fabio Bertolotti, Direttore Assogomma e Giovanni Busacca, Direttore del Servizio Polizia Stradale, il quale ha potuto confermare come dai controlli risultino ancora numerosi i veicoli non in regola e, con un parco auto sempre più vecchio – si pensi che circa il 50% delle vetture ha più di 10 anni – la situazione è esponenzialmente a rischio. Il progetto prevede tra il 20 aprile ed il 31 maggio circa 10000 controlli su strade extraurbane, che occuperanno 4 compartimenti della Polizia Stradale e copriranno trasversalmente ben 7 regioni (Lombardia, Veneto, Liguria, Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise), verificando quindi la presenza di non conformità dei pneumatici, come ad esempio pressioni non idonee, condizione del battistrada e di usura generale del pneumatico, omologazione e rispondenza alle caratteristiche riportate sulla carta di circolazione; una volta acquisiti questi dati, essi verranno livellati ed elaborati dal Politecnico di Torino, per poi essere presentati a luglio, in occasione di un ulteriore incontro “Vacanze Sicure”.

Oltre a questi controlli, l’attenzione della Polizia Stradale è rivolta anche alla contraffazione che ruota – perdonate il gioco di parole – intorno al mercato dei pneumatici, ed in particolare si fa riferimento alla postergazione – quindi alla marcatura della data di fabbricazione post produzione – ed al fenomeno della vendita di pneumatici per vetture riscolpiti, quindi gomme in cui si è operato un assottigliamento degli intagli sul battistrada, allo scopo di riportare il pneumatico ad una situazione omologante in termini di profondità della scolpitura, ma senza però tener conto del fatto che così si rischia di danneggiare ulteriormente la struttura del pneumatico, ed in particolare le tele presenti internamente allo stesso. Alto rimane l’impegno da parte del Servizio Polizia Stradale anche al controllo sull’evasione dell’IVA e sul contributo ambientale legato ai pneumatici, operando ispezioni anche presso i punti vendita.

Fabio Bertolotti, Direttore Assogomma (a sx nella foto) e Giovanni Busacca, Direttore del Servizio Polizia Stradale

Quindi, con circa 50 milioni di vetture immatricolate in Italia, secondo i dati ACI 2016, i controlli possono rivelarsi un importante meccanismo dissuasivo per possibili situazioni che potrebbero esporre i conducenti non solo ad un elevato rischio d’incidenti stradali, ma costituendo un gesto d’irresponsabilità anche nei confronti di tutti il sistema di circolazione. Oltre a questo rimane basilare il consiglio da parte del Servizio Polizia Stradale di equipaggiare il proprio veicolo con pneumatici che siano: di serie, di marche note, omogenei sugli assi, idonei al periodo stagionale e montati/controllati da rivenditori specializzati.

Per ulteriori approfondimenti sui pneumatici, quali scelta, manutenzione, stoccaggio, norme vigenti, si rimanda al sito   http://www.pneumaticisottocontrollo.it.
(Lorenzo Pollini)

La Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma dal 1944