Breaking News
Home / In Evidenza / Nuova Toyota Supra il ritorno di una leggenda

Nuova Toyota Supra il ritorno di una leggenda

Sono passati 17 anni dall’ultima Toyota Supra. Adesso il Marchio giapponese svela la GR SUPRA, quinta generazione della leggendaria sportscar nipponnica, nonchè primo modello GR prodotto dalla TOYOTA GAZOO Racing e sviluppata in collaborazione con BMW.

Al primo sguardo è chiaro come il design della nuova Supra incarni la tradizione delle grandi sportive Toyota. Un chiaro riferimento alla 2000GT è dato dal cofano allungato, dal corpo vettura compatto e dalla forma del tetto, mentre il look peculiare della Supra di quarta generazione è raccolto dal design dell’anteriore e del posteriore, in particolare nella muscolosità dei parafanghi posteriori e nell’ inarcamento dello spoiler.

L’abitacolo della nuova Toyota GR Supra coniuga alcuni elementi tradizionali delle Gran Turismo con una funzionalità ultra-moderna. Progettato per consentire al conducente di concentrarsi esclusivamente sulla guida, il cockpit è influenzato dal classico lay-out delle monoposto: una plancia bassa, sottile e orizzontale massimizza la visuale aiutando chi guida a posizionare al meglio la vettura anche con le velocità più sostenute, con tutti i comandi a portata di mano. Il quadro strumenti, la console centrale e il rivestimento delle portiere si uniscono in un design omogeneo che conferisce agli interni una straordinaria consistenza visiva.

Per spingere la nuova Toyota Supra è stato scelto un motore 3.0L, twin scroll turbo in grado di erogare 340 cavalli e un valore di coppia di 500 Nm, che accanto al cambio automatico a 8 rapporti assicura un’accelerazione potente e lineare con elevati livelli di coppia disponibili con qualsiasi regime del motore.

In Italia, sarà disponibile in un unico allestimento top di gamma Premium con un listino di 67.900€. Tutte le unità saranno prodotte a Graz, in Austria. (Redazione)

Avanti Indietro
 
 
 
Avanti Indietro

La Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma dal 1944