venerdì , novembre 16 2018
Breaking News
Home / In Evidenza / Mercedes GLE il SUV rinasce ibrido

Mercedes GLE il SUV rinasce ibrido

Il nuovo GLE rivoluziona nuovamente un segmento che ha inaugurato più di venti anni fa, introducendo numerose innovazioni e riconfermando il proprio ruolo di trendsetter.

Gli esterni si distinguono per linee eleganti per la commistione di elementi high-tech con dettagli di qualità artigianale. Il frontale esprime forza e carattere, grazie alla mascherina del radiatore verticale nella sua reinterpretazione ottagonale in chiave SUV, alla protezione paracolpi cromata e al cofano motore con due powerdome. Il look deciso degli esterni è, inoltre, sottolineato dal design dei fari sia di giorno che di notte. Nella vista laterale il largo montante C, tipico di GLE, esprime la grande stabilità della vettura. I passaruota sopra i grossi cerchi nel formato da 18 a 22 pollici presentano rivestimenti decisi, che rimandano al carattere di SUV robusto, così come il mancorrente rialzato o il predellino di accesso laterale illuminato, disponibile a richiesta. La cornice cromata dei finestrini ricorda invece una berlina di alta gamma. Anche da dietro GLE non nasconde il suo dinamismo, intuibile soprattutto dalle  spalle che si estendono dal montante C fino alle luci posteriori. Gli elementi riflettenti sono stati spostati in basso, in questo modo, le luci posteriori, risultano più piatte. Inoltre sono sdoppiate, con l’effetto di fare apparire la coda più larga e di rendere il design notturno inconfondibile, grazie ai blocchi illuminati tipici dei SUV di Mercedes-Benz, qui realizzati con versione Edge Light retroilluminata. Il design deciso della coda è completato dalla protezione paracolpi cromata.

A bordo della nuova generazione debuttano l’assetto attivo E-ACTIVE BODY CONTROL con tensione a 48 volt, il sistema di assistenza in coda attivo e sistemi di assistenza alla guida avanzati. L’abitacolo si presenta ancora più spazioso e confortevole, con una terza fila di sedili disponibile a richiesta. Il sistema di Infotainment offre oggi schermi più ampi, un display head-up completamente a colori con risoluzione di 720 x 240 pixel e un livello di MBUX (Mercedes-Benz User Experience) avanzato, in grado di riconoscere il movimento di mani e braccia per supportare il comando richiesto.

Il primo motore ordinabile sarà l’ibrido leggero della Mercedes GLE 450 4Matic, che adotta un benzina a sei cilindri 3.0 da 367 CV e il modulo elettrico EQ Boost da ulteriori 22 CV. A seguire arriveranno motori a quattro o otto cilindri e anche un “full hybrid” con batterie ricaricabili. (er)

Avanti Indietro
 
 
 
 
Avanti Indietro

La Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma dal 1944