mercoledì , settembre 19 2018
Breaking News
Home / Saloni Automobilistici / Ginevra 2018 / Con la nuova 508 Peugeot rinnova il concetto delle berline

Con la nuova 508 Peugeot rinnova il concetto delle berline

La nuova Peugeot 508 è la berlina del marchio del Leone studiata per quel segmento D che negli ultimo decennio ha subito un certo declino a causa del moltiplicarsi delle offerte e delle carrozzerie, compresa l’invasione dei SUV.

In tale contesto, l’avvento della nuova 508 – che sarà presentata in anteprima al pubblico al prossimo Salone dell’Auto di Ginevra – interpreta l’ambizione dei designer del marchio di passare dalla classica silhouette a tre volumi ad una configurazione da berlina/coupè cinque porte di tipo fastback. Infatti, ad una prima occhiata, la nuova 508 rivela le linee aerodinamiche tipiche di una coupè, con un’altezza di appena 1,40 m ed una lunghezza contenuta a 4,75 m.

Il frontale svela una calandra sottile con una lavorazione a scacchi che si inserisce tra i proiettori Full Led ispirati direttamente dall’ultima concept-car della Casa: la Peugeot Instinct. Con il Leone al centro della calandra ed il logo 508 sulla punta del cofano, la nuova 508 attinge alla tradizione delle sue illustri antenate come la Peugeot 504, nata esattamente 50 anni fa. Il cofano “piatto e raccolto” è stato abbassato al massimo per rendere l’insieme più dinamico, ed è stato lavorato con una tecnica utilizzata solo per veicoli premium, per offrire le linee più pure nella vista frontale o di profilo.

Le superfici vetrate ridotte contribuiscono ad affilare la linea e rivelano la particolarità delle porte con vetri privi di cornice. Il profilo dinamico è delineato grazie a superfici levigate e senza sporgenze (l’antenna del tetto è stata eliminata ed è ora serigrafata) con giochi tra le lamiere e ruote che riempiono perfettamente i passaruota.

Al posteriore ritroviamo la fascia orizzontale nero lucido circondata dai gruppi ottici con i fari posteriori Full Led tridimensionali che sono accesi in ogni condizione di guida ed hanno un’intensità adattiva che permette una visibilità continua degli artigli rappresentati dal faro. Questi artigli sono visibili da diverse angolazioni, a partire dal profilo fino alla zona posteriore piena, che è in questo modo immediatamente identificabile come appartenente al brand del Leone. La coda dell’auto svela un portellone abilmente nascosto che permette di abbinare stile e funzionalità, con un’accessibilità ottimale al bagagliaio, che ha una capacità totale di 487 litri. (Daniela Cudoni)

Avanti Indietro
 
 
Un dettaglio della cucitura a vista dei sedili della nuova 508.
Avanti Indietro

La Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma dal 1944