domenica , Dicembre 4 2022
Breaking News
Home / In Evidenza / Audi e-tron Prototipo: prova di forza

Audi e-tron Prototipo: prova di forza

Esami durissimi per Audi e-tron Prototipo. Il SUV elettrico della Casa tedesca ha dato prova delle proprie qualità dinamiche lungo le distese di sale ai margini del desetro del Kalahari, una superficie dal grip ridotto, ideale per provocare dei drifting controllati cui contribuiscono la potenza della vettura e l’elevata motricità. Qualità, quest’ultima, resa possibile dalla trazione integrale elettrica e da molteplici tecnologie di gestione dell’assetto che interagiscono in modo intelligente.
Prime fra tutte il controllo elettronico della stabilità (ESC), il controllo della dinamica di marcia Audi drive select e le sospensioni pneumatiche adattive. Sui fondi più accidentati, l’altezza libera dal suolo di Audi e-tron Prototipo può aumentare con la semplice pressione di un tasto. Contemporaneamente, l’ESC ottimizza la regolazione della trazione e della frenata, potenziando l’effetto del bloccaggio elettronico del differenziale. Il SUV elettrico affronta senza affanno anche i fondi sabbiosi tipici della savana africana. I due motori elettrici erogano, in modalità Boost, fino a 408 CV e 664 Nm di coppia. Performance cui contribuisce l’efficacia del sistema di gestione termica che garantisce prestazioni costanti anche in caso di forti sollecitazioni.

Tramite il controllo della dinamica di marcia Audi drive select, il carattere e il comportamento di Audi e-tron Prototipo possono essere armonizzati alla specifica situazione di guida, alle condizioni del fondo stradale e alle preferenze personali, selezionando uno dei sette profili disponibili. Oltre ai programmi auto, comfort e dynamic è possibile optare per i setting efficiency, individual, allroad e offroad. Modalità che influiscono sulla servoassistenza, sulla trazione e sulla taratura delle sospensioni pneumatiche adattive. Lungo i tratti autostradali, l’assetto si riduce di un massimo di 26 millimetri rispetto allo standard, con un conseguente miglioramento della stabilità e dell’aerodinamica. In modalità offroad, la luce libera da terra può crescere complessivamente di 50 millimetri. (Redazione)

La Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma dal 1944