mercoledì , novembre 21 2018
Breaking News
Home / Prove su strada / Prova video della Jeep Compass 2.0 diesel 140 CV

Prova video della Jeep Compass 2.0 diesel 140 CV

Ricordate la Jeep Compass? Benissimo, ora dimenticatela, perché con la nuova generazione è stata completamente rivista.

Così adesso è più equilibrata nella linea, offre un infotainment moderno e consente di adottare una guida brillante senza rinunciare al comfort di marcia.

Sotto la pelle piena di curve e cromature la piattaforma è quella solida della Renegade. Infatti, ha la lunghezza ideale per un SUV: 4,39 metri, mentre il passo è cresciuto di 7 cm, spazio di cui beneficiano le gambe dei passeggeri posteriori. L’aspetto premium, sottolineato da frontale in stile Grand Cherokee, trova conferma nella finitura cromata sulla linea di cintura e nella colorazione dei cerchi in lega. Bella anche la colorazione verde metallizzata dell’esemplare della nostra prova.

Ci piace la linea e la guida mentre è rumororosa in avvio e accelerazione

Nell’abitacolo gli interni in pelle chiara con tanto di cuciture rosse offrono un ambiente raffinato, mentre è impossibile non notare il display da 8,4 pollici del sistema di infotainment Uconnect 4.0, fonte preziosa d’informazioni e arricchito dalla funzione Mirroring per gli smartphone. Anche la strumentazione vede la presenza di uno schermo per avere tutti i dati davanti agli occhi durante la guida, ma in questo caso è di 7 pollici. Infine, l’ultimo tocco premium è rappresentato dal sistema audio con casse Beats.

Al volante il nuovo SUV di Casa Jeep risulta agile, ma sempre confortevole: merito di un assetto capace di stemperare ogni asperità e di garantire la giusta stabilità nella guida autostradale.Quando il terreno diventa impervio ed accidentato si può fare affidamento sul Selec Terrain che consente di adattare la vettura ad ogni tipologia di fondo. Dopo tutto è una Jeep, quindi una vettura capace di dare il meglio di sé in condizioni difficili. Sia su strada che oltre l’asfalto è sempre un piacere poter contare sul 2 litri turbodiesel da 170 CV accoppiato al cambio automatico a 9 marce.

Un motore robusto, sempre pronto all’azione e adatto anche al fuoristrada. Certo, nelle accelerazioni e a freddo si fa sentire, ma quando si raggiunge la velocità di crociera diventa silenzioso. Sul piano consumi abbiamo riscontrato una percorrenza di 15-16 km/l di media, a seconda dello stile di guida adottato e del percorso.

A livello di listino, la versione Limited del nostro test, con la motorizzazione 2.0 turbodiesel da 170 CV, si porta a casa con quasi 40.000 euro, 39.750 euro per l’esattezza. Ma in gamma ci sono anche prezzi più bassi se si pensa che la 1.4 MultiAir Sport parte da 25.000 euro. (Valerio Verdone)

Avanti Indietro
 
 
 
 
 
 
Avanti Indietro

La Redazione Motor