lunedì , aprile 24 2017
Breaking News
Home / In Primo Piano / Volvo S90 e V90: la nuova vita di Volvo

Volvo S90 e V90: la nuova vita di Volvo

volvo-s-v90

Trani (BT) – Il nuovo corso di Volvo iniziato con il lancio, l’anno scorso, del nuovo SUV XC90, prosegue nella fascia alta del mercato con l’arrivo della berlina S90, una piacevole sorpresa, e della versione station wagon V90, una piacevole conferma.

Con la S90 Volvo (ri)entra nel segmento delle berline di lusso, i cui mercati più importanti sono quello cinese e nord americano, con un prodotto all’altezza della concorrenza, un ottimo biglietto da visita per competere con i marchi più blasonati.

Entrambe le vetture riprendono le linee guide della XC90, SUV di successo di Volvo, seguendone gli elementi chiave: l’utilizzo della nuova piattaforma modulare SPA studiata per ospitare motori a 4 e 3 cilindri ma anche ibridi e full elettrici (nel prossimo futuro ogni vettura Volvo avrà in gamma questo tipo di propulsori) e l’adozione di sistemi che sono il primo passo verso la guida autonoma.

Sia che si sia al volante della berlina o della station wagon, le sensazioni di guida sono le stesse: apprezzabile tenuta di strada sia all’avantreno che al retrotreno, docilità di manovra grazie ad uno sterzo preciso e che si adatta alla velocità,  mancanza di rollio diagonale. Un particolare da notare è che la sospensione posteriore invece di utilizzare molle d’acciaio come all’anteriore, utilizza una balestra trasversale di materiale composito, che ha fatto risparmiare circa 5 kg di peso ed aumentare lo spazio del bagagliaio.

volvo-s-v90_13

Esteticamente entrambe le vetture richiamano al frontale della XC90, con i fari a led il cui disegno è a doppio martello, così come all’interno si respira un’aria elegante e raffinata in linea con il SUV; sul grande display centrale che si comporta come un tablet, vengono visualizzate tutte le informazioni con quelle primarie sempre disponibili e più semplici da gestire, mentre sul il tunnel centrale trovano posto la leva del cambio e il controller del display che serve per visualizzare tutte le informazioni (dalla climatizzazione al sistema audio). Questo sistema di infotaimennt si chiama Sensus e fra le sue peculiarità c’è anche quello del sistema audio che si può impostare in diversi modi di ascolto. Volvo è anche la primo costruttore automobilistico a integrare a livello globale il servizio Spotify di streaming musicale, nei propri modelli già dalla prossima primavera iniziando proprio dai modelli della Serie90.

La comodità regna sovrana, sia all’anteriore che al posteriore dove, ad esempio, c’è lo spazio per accavallare le gambe mentre il sistema di climatizzatore è a quadrizona, per cui anche i passeggeri posteriori possono impostare la temperatura desiderata. Molto capiente, come da tradizione, il bagagliaio della station wagon che varia dai 913 litri ai 1526 ribaltando i sedili posteriori.

volvo-s-v90_11

In vendita dalla metà di ottobre, le nuovo S e V90 sono disponibili con due motori e benzina, T6 da 320 CV e il T5 da 254 CV, e due diesel, il D5 da 235 CV e il D4 da 190 CV, tutti a quattro cilindri, mentre nell’estate del 2017 arriverà il potente T8 da 407 CV e a variante ibrida, perché, come annunciato dai manager di Volvo, il programma della Casa svedese prevede che ogni modello abbia in gamma un motore ibrido e un full elettrico.

Tornando ai motori termici, altra particolarità interessante studiata dai tecnici Volvo è il sistema Power Pulse, un serbatoio ad aria compressa (riempito continuamente da una pompa elettrica) in comunicazione con il lato scarico della turbina che, una volta che il guidatore richiede il massimo della potenza, l’aria soffia sulla turbina garantendo una risposta più pronta del motore e un temporaneo aumento della potenza di una decina di cavalli rispetto ad una sovralimentazione normale.

volvo-s-v90_9

Capitolo a parte per i sistema di sicurezza che, come si sa, sono sempre in primo piano per Volvo. Ecco quindi il Pilot Assist che sulle S e V90 ora agisce fino ai 130 km/h, e il Large Animal Detection tutti sistemi che rappresentano la tappa di avvicinamento di Volvo alla guida asisstita che poi si trasformerà in autonoma.

Il prezzo d’attacco è di 44.600 euro per la berlina S90 mentre la station wagon parte dai 55.110 euro. (Stefania Favìa del Core)

Next Prev
 volvo-s-v90_3
 volvo-s-v90_2
 volvo-s-v90_6
 volvo-s-v90_5
volvo-s-v90_7

Il sistema di sicurezza Large Animal Detection

 volvo-s-v90_10
 volvo-s-v90_12
Next Prev

About Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma ( registrazione in itinere)