martedì , dicembre 12 2017
Breaking News
Home / Novità / SUV Urus: il Super Utility Vehicle secondo Lamborghini

SUV Urus: il Super Utility Vehicle secondo Lamborghini

La notizia è nota. Diversi erano i rendering che giravano in rete. In tanti la fantasticavano, forse in pochi l’attendevano realmente, me compreso. Con un nome derivante dal mondo delle corride, come di consueto, la Automobili Lamborghini ha presentato un modello inedito per lei, giocando così, con la Urus, la sua carta SUV.

La Casa di Sant’Agata Bolognese, quello stesso Toro che ci ha regalato prodotti come la Miura, modello che all’epoca segnò una nuova era nel settore delle sportive, o la Countach, prima Lamborghini a mostrare l’inconfondibile stile a cuneo diventato poi famoso in tutto il mondo, con oggi avvia un nuovo percorso, puntando ad un mercato estraneo a lei, ma che sta suscitando interesse a molte Case e nel quale, quella di Sant’Agata, entra senza timidezza, nell’autentico stile Lamborghini.

“La Urus entra nella famiglia Lamborghini come una vettura ad alte prestazioni. Rappresenta il massimo punto di incontro tra competenze tecniche e passione nell’intento di creare una nuova “razza di tori”: un Super SUV che trascende le aspettative e apre la porta a nuove possibilità, sia per il brand che per i nostri clienti” ha dichiarato Stefano Domenicali,  Chairman e CEO di Automobili Lamborghini.

Un nuovo punto di riferimento in termini di potenza, fruibilità quotidiana e naturalmente prestazioni nel segmento SUV di lusso, con una personalità ed uno stile unico. Dinamismo che si ritrova nelle linee, morbide sull’anteriore, tese sulle fiancate e spezzate dalle originali forme dei passaruota, date da un susseguirsi di segmenti. Apprezzabile il lavoro di Automobili Lamborghini nel cercare d’integrare nell’insieme il modello, evitando quindi l’effetto di avere la scocca di una Huracàn mal riuscita, posata brutalmente sopra un telaio preso in prestito.

Una doppia personalità quella della Urus, al pari del Dr. Jekyll e Mr. Hyde: docile e caratterizzata da un elevato comfort di guida durante i lunghi viaggi, in città o nelle avventure off-road, grazie al sistema di trazione integrale con ripartizione attiva della coppia ed alle quattro ruote sterzanti; una dinamica sensazionale se scatenata invece su strada o in pista, merito anche della presenza di barre antirollio attive. Il super SUV vanta un motore V8 biturbo da 4,0 litri, capace di erogare 650 CV (a 6000 giri/min), oltre ad una spaventosa coppia di 850 Nm, disponibile già a 2250 giri/min. Accelerazione? Da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi e freni Carboceramici pronti ad inchiodarvi all’asfalto se necessario.

Negli interni ritroviamo invece il lusso e l’artigianalità italiana tipica della Casa, a cui si uniscono tecnologie all’avanguardia; interessanti le 6 possibili “anime” configurabili attraverso il selettore di guida posto nel tunnel centrale: sabbia, strada, sport, corsa, Terra e neve. (Lorenzo Pollini)

Next Prev
 
 
 
Next Prev

About Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma dal 1944