venerdì , novembre 24 2017
Breaking News
Home / In Evidenza / Ssangyong: rivoluzione Rexton

Ssangyong: rivoluzione Rexton

A distanza di 15 anni dalla sua prima presentazione sul mercato italiano, con una evoluzione del modello che ha visto ben tre serie, Ssangyong Motor Italia ha presentato il nuovo Rexton. I tecnici della Casa Coreana si sono impegnati infatti a ripensare completamente la vettura, mantenendone al contempo le qualità e i punti di forza che ne hanno determinato il successo nei mercati, compreso quello italiano.

All’esterno i designer di Ssangyong hanno composto linee ispirate sia all’estetica sia alla funzionalità, dal frontale possente, alla linea di cintura dinamica sino ai “baffi” anteriori e posteriori ideati per ridurre le turbolenze in marcia.

L’interno, disponibile anche con 7 posti, presenta materiali di qualità e linee moderne ed eleganti che mostrano le tracce della preziosa collaborazione con eccellenze del design rientranti nell’orbita di Mahindra & Mahindra, azionista di riferimento di Ssangyong Motor Company.

Bene anche l’infotainment di ultima generazione con navigatore multifunzione presente su tutta la gamma, le connessioni ai principali sistemi operativi per smartphone e tutto quanto rende, ogni giorno, l’esperienza a bordo più vivibile; dalle luci interne soffuse per accrescere la tridimensionalità dell’abitacolo ai sistemi di parcheggio gestiti mediante telecamere “all-round”.

Ultima ma non per questo meno importante la dotazione di sicurezza, veramente notevole, per garantire guidabilità senza nulla togliere a maneggevolezza e piacere di guida. L’imponente equipaggiamento di sistemi di assistenza alla guida – dai controlli di trazione evoluti alla frenata elettronica (Advanced Emergency Braking System) – ossia i componenti attivi di sicurezza, viene contornato da un abitacolo improntato alla sicurezza passiva, in cui spiccano i ben 9 airbag per i passeggeri. (St.FdC)

Next Prev
 
 
 
Next Prev

About Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma dal 1944