giovedì , settembre 21 2017
Breaking News
Home / Eventi / RMS 2016. Cerimonia di presentazione con dibattito sul tema della guida autonoma

RMS 2016. Cerimonia di presentazione con dibattito sul tema della guida autonoma

cerimonia-aniene5

E’ avvenuta mercoledì 11 maggio presso il prestigioso Circolo Canottieri Aniene di Roma la cerimonia di premiazione della rivista Motor e di inaugurazione del 61° Roma Motor Show.

stefania-favia-del-core_rmsDopo aver letto il messaggio di augurio del Presidente del CONI e del Circolo stesso, Giovanni Malagò, il direttore di Motor, Stefania Favìa del Core, ha introdotto il dibattito dal titolo “Il mercato dell’auto fra guida autonoma, connettività e sicurezza: a che punto siamo?” facendo il punto sulle ultime novità introdotte sul mercato, sia dal punto di vista della normativa che delle dotazioni automobilistiche. Poi ha presentato gli autorevoli interlocutori.

giuseppina-fusco_rmsPer prima Giuseppina Fusco, Presidente Automobile Club Roma – Vice Presidente Vicario Automobile Club Italia, che ha dichiarato come la guida autonoma apra nuovi scenari nella mobilità ponendo una serie di problematiche a tutela degli automobilisti: dalla gestione dei dati personali che verranno elaborati nelle connessioni telematiche, alla necessità di studiare interventi normativi per regolamentare la responsabilità nella guida, alla realizzazione di interventi infrastrutturali da parte degli Enti locali in materia di viabilità, segnaletica e integrazione con i mezzi pubblici.

Il Presidente di ACI Roma ha poi ricordato che il Club ACI Storico sarà presente al Roma Motor Show con un concorso di eleganza che prevede una nutrita presenza di automobili d’epoca messe a disposizione dai club affiliati ad ACI Storico. A beneficio degli appassionati di auto storiche, l’ormai tradizionale Concorso di Eleganza si svolgerà domenica 15 maggio e si concluderà con la premiazione dell’auto meglio conservata nel tempo. “Anche in questa edizione – ha proseguito Giuseppina Fusco – abbiamo voluto coinvolgere i nostri associati invitandoli a partecipare alla sfilata ed al concorso di eleganza, chiamando tutti a visitare il nostro stand informativo”.

Insieme alle auto d’epoca l’evento costituirà l’occasione per presentare i veicoli elettrici ainiziare dalla nuova classe “B” Mercedes, lanciata con il tour #iosonoelettrica, passando alle Smart elettriche, che possono essere noleggiate presso le Delegazioni ACI del centro di Roma, che tutti potranno provare attraverso test drive che saranno organizzati durante l’intera manifestazione.

romano-valente_rms A seguire c’è stato l’intervento di Romano Valente, Direttore Generale UNRAE (Unione Nazionale Rappresentante Autoveicoli Esteri), che ha parlato dello status della connettività nell’auto e dei benefici verso la sicurezza e la facilità di guida, della connessione tra veicolo e strada e tra veicoli e del passaggio verso la guida autonoma. Per l’UNRAE negli ultimi 10 anni abbiamo assistito al passaggio dal tradizionale hardware di bordo delle auto (centraline elettroniche di controllo) ai sistemi di infotainment basati su software di connessioni tipo bluetooth, poi touch, ora app. Secondo il Connected Car Forum (CCF) più del 20% delle vetture vendute nel mondo, quest’anno, hanno già soluzioni integrate di connettività e circa il 50% dei veicoli hanno soluzioni combinate  tra integrate, app  e uso  di smartphone. E’ conseguente attendersi che, nei prossimi anni, tutti i nuovi modelli saranno connessi in modi diversi. Tutte le case auto offrono ormai soluzioni tecnologie all’avanguardia che pongono le basi per la guida autonoma, ma ci sono ancora molti problemi di carattere etico e pratico che il legislatore dovrà risolvere, fatto questo però le case automobilistiche sono pronte.

umberto-guidoni_rmsUmberto Guidoni, Segretario Generale Fondazione Ania per la sicurezza stradale, ha incentrato il suo intervento sulla tecnologia che può aiutare la sicurezza, soprattutto la scatola nera è di grande aiuto nel prevenire incidenti causati da errate manovre dovute a pericoli improvvisi o a calcoli mal fatti (scarsa aderenza dell’asfalto, ostacolo, curva pericolosa,…). L’Italia è il primo Paese al mondo per diffusione di questi sistemi con quasi 4 milioni di scatole installate nel 2014. Grazie alle scatole nere, gran parte delle Compagnie assicuratrici hanno introdotto sul mercato nuovi prodotti assicurativi con una maggiore personalizzazione e una migliore efficienza rispetto a quelli esistenti. La scatola nera ha anche lo scopo di semplificare la gestione e il costo dei sinistri, migliorare la fidelizzazione dei clienti (grazie a un prezzo personalizzato in funzione dello stile di guida, a sistemi di bonus, ecc.), migliorare il servizio ai consumatori, (assistenza stradale più efficiente, localizzazione in caso di furto, info traffico e comunicazione diretta verso il cliente tramite dispositivo a bordo del veicolo o cellulare), ottimizzare i sistemi di accertamento delle frodi e velocizzare i processi di gestione delle pratiche assicurative. I punti aperti sulla guida autonoma rimangono molti come i livelli di minore incidentalità ancora da accertare, la responsabilità e protezione dei dati, le infrastrutture da ammodernare (segnaletica verticale e orizzontale), l’adattamento al comportamento del guidatore e la coesistenza di veicoli autonomi con veicoli standard come, ad esempio, le moto.

sergio-tusa_rmsSergio Tusa, Presidente TSP Association (Telematics Service Providers Association) ha spiegato le finalità dell’associazione che intende costruire un modello di sviluppo sostenibile riconosciuto dalle Istituzioni, dall’opinione pubblica e dal mercato. TSP intende valorizzare la telematica e l’innovazione tecnologica come fattori essenziali della qualità della vita degli automobilisti, dell’economia dei trasporti e dei servizi, nel rispetto delle regole di mercato e di competizione fra le imprese e supportare gli Associati in progetti finanziati dalla Comunità europea (Horizon 2020). Sergio Tusa ha fatto notare come fra gli associati ci sia anche un’importate assicurazione, proprio perché anche le assicurazioni sono in prima fila nello sviluppo delle tecnologie per la sicurezza stradale.

santo-puccia_rmsPer finire Santo Puccia Primo Dirigente della Polizia di Stato, ha fatto un riepilogo sulla situazione degli incidente stradali, facendo notare come, secondo rilievi fatti dalla Polizia di Stato e dall’Arma dei Carabinieri, nei primi 4 mesi di quest’anno il numero degli stessi sia aumentato del 2,8% e che fra le infrazioni che più vengono registrate c’è l’alta velocità e l’utilizzo del telefono senza auricolare o vivavoce. Un punto è stato fatto sul introduzione del reato di omicidio e lesioni stradali  (Art. 589-bis  e Art. 590 bis CP) per cui le ipotesi delittuose autonome sono colpose, costruite in modo simmetrico, aggravate da alterazione psico-fisica e comportamenti molto pericolosi ma soprattutto che le pene sono serie con la reclusione da 2 a 7 anni, l’arresto facoltativo in flagranza, il fermo di polizia giudiziaria consentito, la sospensione cautelativa per 3 anni e la revoca della patente (5 anni).

marina-terpolilli_rms

 

Anche l’Unione Italiana Giornalisti dell’Automotive (UIGA), con il suo Presidente Marina Terpolilli, ha portato il suo saluto al Roma Motor Show, ricordando l’importanza di una testata come Motor e di una manifestazione come il Roma Motor Show, che hanno visto nascere e cambiare l’auto, essendo state fondate entrambe a metà del 1900.

 

Next Prev
 fmi
vallelunga
Next Prev

All’incontro erano presenti anche i partner e sponsor del Roma Motor Show, di cui è stato presentato il programma, tra i quali una delegazione della Federazione Italiana Motociclistica, con Letizia Marchetti, pilota del CIV Superbike e tecnico FMI, e il Centro di Guida Sicura che insieme a Vallelunga daranno sinergia all’evento. (Redazione)

 

About Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma ( registrazione in itinere)