mercoledì , gennaio 17 2018
Breaking News
Home / Componentistica / Peugeot porta l’i-cockpit in mare con il Sea Drive Concept

Peugeot porta l’i-cockpit in mare con il Sea Drive Concept

Forte del successo mondiale del suo Peugeot i-Cockpit con circa quattro milioni di utilizzatori, la Casa del Leone mette la sua esperienza nell’ergonomia del posto di guida a disposizione di BENETEAU, leader mondiale della nautica da diporto. Il Sea Drive Concept, progettato e realizzato dal PEUGEOT Design Lab, declina le caratteristiche di intuitività e di facilità di utilizzo proprie del PEUGEOT i-Cockpit nella tecnologia connessa Ship Control sviluppata da BENETEAU.

L’i-Cockpit si compone di alcuni elementi essenziali: un volante di dimensioni ridotte, estremamente maneggevole e che amplifica le sensazioni durante la guida, un quadro strumenti in posizione rialzata (head-up display) che permette di consultare tutte le informazioni relative alla guida molto più in prospettiva verso la strada, riducendo drasticamente il tempo passato dalla visione della strada a quello della strumentazione: maggiore sicurezza ma anche maggiore confort visivo.

Dal canto suo, consapevole della crescente sofisticazione degli equipaggiamenti a bordo delle sue barche, Beneteau ha creato un programma di ricerca denominato Advanced Monitoring System (AMS). L’obiettivo di questo programma è di permettere di centralizzare tutte le informazioni utili per il pilotaggio dell’imbarcazione, la sicurezza e il comfort a bordo.

“È un grande onore potere abbinare la nostra tecnologia Ship Control all’esperienza dell’i-Cockpit”, ha commentato Luca Brancaleon, Direttore Generale di Beneteau. “L’innovazione ha sempre fatto parte del DNA di Beneteau e quando Peugeot ci ha chiesto di lavorare a un progetto comune sulla connettività, abbiamo accettato immediatamente. È davvero un piacere vedere questi due Marchi pionieri nel loro settore mettersi al servizio della nautica da diporto”. (er)

Avanti Indietro
 
 
 
Avanti Indietro

La Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma dal 1944