martedì , ottobre 24 2017
Breaking News
Home / Eventi / “Patriarca – Un nome Un’epoca Una storia”

“Patriarca – Un nome Un’epoca Una storia”

Foto-1-Patriasca-senza-didaLa presentazione del nuovo libro del nostro collaboratore Franco Carmignani offre l’occasione di riscoprire la storia e l’attualità di Rodolfo Patriarca, uno dei più bravi “maghi” del motorismo romano degli anni ’50.

Le immagini di copertina di “Patriarca – Un nome Un’epoca Una storia” sintetizzano molti dei passaggi chiave del costruttore romano, a suo tempo puntualmente riportati da “Motor”, in particolare quella famosa 1000 Miglia del 1950 quando Sesto Leonardi, il “Re delle 750”, fu autore di un exploit memorabile con la Berlinetta di Rodolfo, primo di classe, della quale a fine anno si confermerò Campione d’Italia, e 24mo assoluto, appena dietro le macchine più grosse. Tra l’altro anche Luigi Musso, uni dei più grandi piloti romani degli anni ’50 ha esordito con una barchetta 750 costruita da Rodolfo Patriarca.

Foto-2-Patriarca
E poi, ancora la Patriarca Baby Junior del ’60, brillantissima intuizione che ha anticipato di anni le varie iniziative promozionali, per far correre i giovanissimi con una vera macchina da corsa a costi accessibili da tutti. Anche in questo caso le annate di “Motor” sono state fonti preziose di ricerca per l’autore del volume, prossimo a tagliare il traguardo dei cinquant’anni di collaborazione con la nostra rivista con la quale ha compiuto le sue prime esperienze giornalistiche.

 

 

 

Foto-3La presentazione del libro, edito da ASI Service, è stata ospitata nella moderna sede del Servizio BMW di Franco Patriarca, uno dei due figli del “mago”, che a sua volta ha continuato nel solco tracciato dal padre, vincendo con i suoi motori svariati campionati nella categoria turismo a cavallo degli anni novanta e dei primi duemila. Tanti i personaggi e i piloti presenti per l’occasione in Via Assisi. Nel piazzale del Service, BMW Roma ha esposto alcuni modelli della gamma più recente della Casa di Monaco, tra cui la spettacolare i18 e la serie 2 Active Tourer, mentre all’interno oltre alla “Bella di Roma”, l’ARS-U1 del 1962, l’ennesimo capolavoro targato Patriarca, accompagnata dal suo attuale proprietario, il Marchese Guglielmi, anche una splendida M3 stradale, preparata a suo tempo da Franco Patriarca.  (Redazione)

La BMW i18 madrina dell'evento
La BMW i18 madrina dell’evento

About Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma ( registrazione in itinere)