mercoledì , settembre 20 2017
Breaking News
Home / In Evidenza / Opel Astra TCR: aerodinamica eccezionale

Opel Astra TCR: aerodinamica eccezionale

Opel-Astra-TCR-300280

Nelle competizioni automobilistiche, l’aerodinamica ricopre un ruolo fondamentale. In passato, i problemi aerodinamici sono spesso stati nascosti dall’incremento delle prestazioni del motore. Nelle competizioni moderne, invece, il segreto del successo è lo stesso della produzione di serie: l’efficienza. Questo è stato uno degli obiettivi più importanti nello sviluppo di Opel Astra TCR, creata per gareggiare nelle Touring Car Racer Series.

Opel-Astra-TCR-300279

Nuova Astra costituisce la base perfetta per creare una vettura turismo vicina al modello di serie. La “Auto dell’Anno 2016” vanta infatti un coefficiente di resistenza aerodinamica pari a 0,272, eccezionale per una berlina 5 porte, che la rende pertanto perfetta come base per un’auto da corsa velocissima. Rispetto al modello di serie, la larghezza di Opel Astra TCR è stata portata a 1.950 millimetri, il massimo concesso dal regolamento. Sono stati modificati anche paraurti, passaruota e pannelli laterali. Lo splitter anteriore e l’alettone posteriore sono fondamentali per creare deportanza e, secondo i regolamenti del TCR, devono essere componenti di serie, al fine di ridurre i costi. Il team che si è occupato dello sviluppo della vettura sotto la direzione di Dietmar Metrich, Senior Manager di Opel Motorsport, ha sottoposto Astra TCR a test aerodinamici della durata di diversi giorni nella galleria del vento dell’Università di Stoccarda. (Redazione)

About Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma ( registrazione in itinere)