giovedì , giugno 29 2017
Breaking News
Home / Novità / Nuova Ford Fiesta: Compatta Tecnologica

Nuova Ford Fiesta: Compatta Tecnologica

ford_fiesta_vignale

Ford ha presentato a Colonia in Germania la nuova generazione di Fiesta all’evento Go Further. Con soluzioni tecnologiche avanzate, la compatta dell’Ovale Blu sarà disponibile in 4 versioni: Vignale, elegante con interni dal carattere premium; Active, la prima Fiesta crossover che offre versatilità e protezione tipiche dei suv; ST-Line, con un’offerta di motori brillanti e un trattamento estetico di derivazione racing; Titanium, ad alto contenuto di tecnologia che assicura la continuità con la tradizione.

La nuova Fiesta si presenta con un design esterno guidato dalla cura per i dettagli e da elementi distintivi come il tetto panoramico apribile, che offre nuove prospettive ai viaggiatori. L’attenzione per i particolari si evince anche da alcune soluzioni come i sensori di parcheggio che si fondono con le superfici dei pannelli e gli ugelli lavavetri nascosti sotto il profili del cofano.

All’interno si è voluto far percepire un senso di continuità con il blocco unico della console centrale che si raccorda al pannello strumenti e non mostra punti di unione visibili. I materiali di sedili e rivestimenti sono frutto di uno studio accurato per garantire massima resistenza e durata nel tempo. La struttura della scocca è stata irrigidita ed è stato migliorato l’isolamento da rumore e vibrazioni del motore, grazie anche al parabrezza acustico. I 29,3 ‘son’ (unità di misura della sensazione sonora), percepiti a 100 km/h rappresentano un miglioramento del 7% rispetto alla generazione precedente.

ford_fiesta_vignale-2

La tecnologia gioca da padrona in questa nuova Festa che, da questo punto di vista, vuole essere la compatta più evoluta. Un importante risultato è la dotazione del sistema di frenata automatica d’emergenza con assistenza pre-collisione e riconoscimento dei pedoni (Pre-Collision Assist with Pedestrian Detection), che sarà in grado di aiutare a riconoscere la presenza di persone in prossimità dell’auto anche di notte (con scarsa luminosità il dispositivo si avvale della luce dei fari anteriori). Questo sistema aiuta a evitare, o ridurne l’entità, collisioni con veicoli o pedoni grazie ad una telecamera grandangolare che li riconosce e ne traccia i movimenti.

Utile anche il sistema di parcheggio semiautomatico Active Park Assist, che esegue le manovre sia in parallelo che in perpendicolare e sarà in grado di frenare autonomamente qualora il guidatore non risponda agli avvisi di prossimità di ostacoli, e di evitare i piccoli urti in fase di manovra. Saranno disponibili anche il sistema di riconoscimento dei segnali stradali (Traffic Sign Recognition), in grado di distinguere anche i limiti di velocità delle singole corsie autostradali mostrati sui cartelli sovrastanti, aggiornando il display in caso di cambio di corsia e gli abbaglianti automatici (Auto High Beam), che riconoscono la presenza di una barriera che divide la carreggiata e identificano eventuali camion e rimorchi che procedono in direzione opposta evitando di abbagliarli.

La gamma delle motorizzazioni è stata semplificata e si basa su un’offerta di propulsori diesel e benzina Euro 6: il 3 cilindri EcoBoost 1.0, disponibile da 100, 125 e 140 CV, accoppiato al nuovo cambio manuale a 6 marce a basso attrito che abbassa le emissioni CO2 fino a 97 g/km; l’EcoBoost 1.0 da 100 CV anche con cambio automatico a 6 marce e paddle al volante, dotato di tecnologie come l’iniezione diretta ad alta pressione, la doppia fasatura variabile e un albero motore offset. La gamma benzina includerà anche il 3 cilindri 1.1, aspirato, che condivide l’architettura con l’EcoBoost e sarà offerto in sostituzione dell’attuale 1.2 da 82 cavalli. Disponibile da 70 e 85 CV, sarà abbinato al cambio manuale a 5 marce, con emissioni CO2 pari a 101 g/km.

ford_fiesta_titanium

Riguardo l’alimentazione diesel, il TDCi 1.5 sarà proposto in 2 step di potenza, da 85 (accoppiato al cambio manuale a 6 marce, con emissioni CO2 di 82 g/km) e da 120 CV (accoppiato al cambio manuale a 6 marce e con emissioni CO2 di 89 g/km). (Daniela Cudoni)

About Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma ( registrazione in itinere)