martedì , ottobre 24 2017
Breaking News
Home / In Evidenza / Nuova Audi A8: il futuro del segmento di lusso

Nuova Audi A8: il futuro del segmento di lusso

Ha debuttato in anteprima mondiale in occasione dell’ Audi Summit di Barcellona la nuova Audi A8, quarta generazione dell’ammiraglia tedesca che porta avanti la filosofia imperniata sul concetto di “Avanguardia della tecnica” con un nuovo linguaggio stilistico, un innovativo sistema di comando basato su touchscreen e una coerente elettrificazione della catena cinematica.

Audi A8 segna l’inizio di una nuova era del design per l’intero Marchio: il frontale ad andamento verticale con l’ampia griglia single frame e le linee fluide e muscolose esprimono infatti eleganza sportiva, qualità e immagine. La nuova vettura della Casa degli Anelli, mantiene la promessa fatta dal
concept Audi prologue. La nuova berlina di lusso si impone con una presenza forte, sia nella versione normale, lunga 5,17 metri, sia con A8 L che si presenta con un passo più lungo di 13 centimetri.

All’interno, l’offerta di equipaggiamenti e materiali è ampia e diversificata, ad ogni dettaglio viene dedicato il massimo livello di perfezione artigianale, dalla punzonatura dei rivestimenti dei sedili alle alette controllabili elettricamente delle bocchette dell’aria. A bordo della nuova ammiraglia Audi il posto più nobile è quello posteriore a destra: è il sedile relax opzionale di A8 L dotato di numerose possibilità di regolazione e di poggiapiedi, una seduta dove il passeggero può farsi riscaldare e massaggiare a più livelli le piante dei piedi appoggiandole allo schienale del sedile del passeggero anteriore.

Gli interni della nuova berlina di lusso sono volutamente ridotti all’essenziale, con un’architettura chiara e orientata in senso marcatamente orizzontale. Con un concetto di comando radicalmente nuovo, Audi trasferisce la sua decisa ambizione per la qualità nell’era digitale, rinunciando alla nota manopola a pressione/rotazione e al touchpad del modello precedente. La plancia è libera da tasti ed interruttori per dare spazio al centro ad un display touch da 10,1 pollici praticamente nascosto dal look del pannello in nero all’interno della cornice in nero lucido.

Audi A8 è la prima auto di serie al mondo sviluppata per una guida altamente automatizzata. Per esempio, ad assumersi il compito di guidare, su autostrade e strade nazionali con corsie di marcia separate da una barriera, nel traffico congestionato fino a 60 km/h, è Audi AI Traffic Jam Pilot, un sistema che si attiva con il tasto AI sulla consolle centrale.
Il Traffic Jam Pilot si occupa di gestire partenza, accelerazione, sterzo e freni, evitando al guidatore di dover controllare continuamente l’auto. In altre parole, in conformità con le disposizioni nazionali vigenti il conducente può togliere le mani dal volante per un periodo prolungato e dedicarsi ad un’altra attività che sia supportata dalla vettura, come per esempio seguire la TV di bordo. Non appena il sistema raggiunge i propri limiti richiede immediatamente al conducente di riprendere la guida.

Nuova A8 debutta sul mercato tedesco con due potenti motori turbo V6 ulteriormente ottimizzati, un 3.0 TDI e un 3.0 TFSI. Il propulsore Diesel eroga 210 kW (286 CV), quello a benzina 250 kW (340 CV). Due otto cilindri, un 4.0 TDI da 320 kW (435 CV) e un 4.0 TFSI da 338 kW (460 CV) verranno introdotti in un secondo momento. L’esclusiva motorizzazione top di gamma è il W12 con cilindrata di 6,0 litri.

In un momento successivo verrà introdotta A8 L e-tron quattro (la vettura non è ancora in vendita, non è ancora omologata e pertanto non è sottoposta alla direttiva 1999/94/CE) con la potente propulsione ibrida plug-in: il 3.0 TFSI e l’efficiente motore elettrico erogano una potenza di sistema che raggiunge i 330 kW (449 CV) e vanta una coppia di 700 Nm. La batteria agli ioni di litio accumula corrente sufficiente a percorrere circa 50 chilometri in modalità elettrica. (er)

About Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma ( registrazione in itinere)