sabato , dicembre 16 2017
Breaking News
Home / Eventi / Nissan e-NV200: quando mobilità, lavoro e sostenibilità danno il MAXXImo

Nissan e-NV200: quando mobilità, lavoro e sostenibilità danno il MAXXImo

L’ultima volta che sono stato in questo posto sono rimasto letteralmente catturato dall’immensa opera di Anish Kapoor, “Widow”, chiedendomi ingenuamente se non avesse preso l’ispirazione da un clacson d’altri tempi.

Oggi mi trovo di nuovo qui, al MAXXI, museo d’arte contemporanea di Roma, stavolta alle prese con… un ufficio mobile. La Nissan ha infatti colto l’occasione della mostra temporanea “The Japanese House” in allestimento al museo per esibire la sua nuova idea di mobilità intelligente, un filo conduttore fatto di tradizione, modernità ed in particolare mobilità e lavoro, temi, quest’ultimi due, che ben caratterizzano la Nissan e-NV200 esposta.

Ad un primo sguardo sembrerebbe un normale veicolo commerciale elettrico ma, quando nel vano di carico dal pavimento in rovere incominci a scorgere poltrone in pelle, una zona bar con macchinetta del caffè, una postazione computer con scrivania integrata, una bici per gli spostamenti dell’ultimo miglio ed un frigo bar, capisci che c’è qualcosa che non torna.

Per Bruno Mattucci, Amministratore Delegato della casa nipponica in Italia presente alla conferenza stampa, non ci sono dubbi: “Noi in Nissan la chiamiamo IntelligentMobility […] Questo concetto di mobilità, applicato ai nuovi bisogni di postazioni di lavoro flessibili e alla crescente attitudine della sharing economy può dar vita a nuove soluzioni innovative per il business e per i professionisti, come questa: il primo mobile office sharing.” Si chiama Nissan e-NV200 WORKSPACe ed è stato ideato dall’architetto britannico William Hardie, specializzato nella valorizzazione di piccoli spazi, usando materiali ecologici. Dotato di tutto quello che può essere necessario a svolgere il proprio lavoro in qualsiasi luogo, ed in qualsiasi momento, si presenta come la soluzione tecnologica ideale per le nuove esigenze di lavoro in movimento, in libertà e sostenibilità.

Per il momento si tratta solo di un prototipo ma, considerando che nel corso del 2015 il numero delle postazioni di lavoro condivise da più persone è notevolmente aumentato, ed alla luce dei ridotti costi di esercizio dei veicoli elettrici, l’e-NV200 potrebbe rivelarsi la chiave del successo per la postazione di lavoro economica, sostenibile e mobile di un futuro prossimo. (Lorenzo Pollini)

Next Prev
 
 
 
 
Next Prev

About Redazione Motor