venerdì , novembre 24 2017
Breaking News
Home / Eventi / L’auto del futuro è targata Mercedes

L’auto del futuro è targata Mercedes

 mercedes-f015

 

(Roma) – Esposta per la prima volta in Italia, la nuova F 015 Luxury in Motion dimostra quali siano le idee concrete ma allo stesso tempo visionarie di Mercedes-Benz per la guida autonoma. Con questa berlina di lusso a guida autonoma, l’auto trascende il suo ruolo di mezzo di trasporto per diventare uno spazio vitale privato; un nuovo modo di viaggiare grazie al quale i passeggeri avranno la libertà di utilizzare il tempo a bordo per svolgere le attività più diverse.

mercedes-f015_4

La strategia per la mobilità del prossimo futuro, secondo la Casa della Stella è, infatti, racchiusa in quattro lettere che anticipano i valori su cui già oggi prendono forma prodotti e soluzioni di mobilità innovative. C.A.S.E. è, infatti, la porta di accesso ad una mobilità sempre più Connessa, Autonoma, Shared (condivisa) e contaminata dalla trazione Elettrica.

Oltre ai veicoli ed ai prototipi, Mercedes è pioniera nel settore della mobilità del futuro con progetti come car2go e mytaxi che hanno portato la mobilità nel mondo della sharing economy. Un investimento importante che va di pari passo con il continuo perfezionamento e sviluppo di differenti tecnologie: dai motori benzina, alle propulsioni Diesel, ibride, elettriche e ad idrogeno.

mercedes-f015_3

La mobilità del futuro sarà sempre più Connessa, un valore che per Mercedes-Benz è di serie già dal 2015 quando, tutte le vetture della Stella sono state dotate di una SIM dati/voce, dando inizio al processo di trasformazione dell’auto in una ‘smartcar’.

mercedes-f015_2

Innovazione nel settore automotive è sinonimo di una mobilità sempre più efficiente ed ecocompatibile verso l’obiettivo zero emissioni, grazie alle motorizzazioni Elettriche, già rappresentate oggi nella gamma di Mercedes da smart e classe B Electric Drive. Una strategia chiara e definita che, tra il 2020 e il 2025, porterà sul mercato oltre 10 Mercedes completamente elettriche, tra il 15 e il 25% del totale delle vendite globali, senza considerare l’offensiva delle ibride. Ciò significa che saranno necessarie infrastrutture di ricarica domestiche e sulle nostra strade, frutto anche di cooperazioni importanti tra grandi costruttori, come testimonia il recente accordo per la costruzione di stazioni di ricarica veloce sulle strade di tutta Europa siglato da BMW Group, Daimler AG, Ford Motor Company e Volkswagen Group con Audi e Porsche (come già pubblicato da Motor). In questo scenario continueranno a ricoprire un ruolo strategico anche le motorizzazioni tradizionali. Benzina, diesel, ibridi plug-in, a batteria o ad idrogeno: in futuro tutti questi sistemi di trazione coesisteranno in una visione generale della mobilità. (Stefania Favìa del Core)

About Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma dal 1944