mercoledì , settembre 20 2017
Breaking News
Home / In Primo Piano / Kia Optima: un’ammiraglia dalle tre anime

Kia Optima: un’ammiraglia dalle tre anime

kia-optima-8

 

Milano – Kia continua nella sua offensiva di prodotto lanciando sul mercato la versione station wagon dell’ammiraglia Optima declinata in due versioni diverse, non solo esteticamente ma anche nei contenuti. Anche se il segmento D in Europa e in Italia si è ridotto notevolmente, in termini di volumi rimane un segmento di tradizione e di prestigio, dove, in sostanza, “non si può non esserci”, sopratutto perché le vendite alle flotte sono predominanti per le vetture di questa taglia.

Ecco quindi la proposta di Kia, un’ammiraglia dal design accattivante disponibile fino ad ora  in versione 3 volumi e 4 porte e che ora è affiancata dalla station wagon, disponibile anche in versione sportiva, e dalla variante berlina ibrida plug in.

La Kia Optima sw è indubbiamente una bella vettura, con interni degni di una ammiraglia sia per la cura dei materiali che per la tecnologia che propone e nella versione GT offre una station wagon divertente da guidare con quella grinta in più che ogni tanto serve.

Le dimensioni restano le stesse della berlina (1.860 mm di larghezza, 4.855 mm di lunghezza) tranne che per l’altezza cresciuta di 5 mm (fino a 1.470 mm) e per la presenza delle guide sul tetto.

kia-optima-10

Ciò che caratterizza questa station è indubbiamente lo sbalzo posteriore che sottolinea il volume del retro della carrozzeria anche se il profilo è alleggerito dall’angolazione del lunotto e dal raccordo del tetto con il portellone; in questo modo ci troviamo di fronte a un’auto con una personalità atletica difficile da ritrovare nelle altre station wagon del segmento.

Belli i gruppi ottici avvolgenti a LED che caratterizzano la coda ed è da notare lo scudo paraurti che ospita il terminale di scarico ovale profilato per suggerire un “estrattore” aerodinamico inferiore, che dà all’Optima un tocco di sportività.

La gamma colori comprende nove tonalità mentre per le ruote saranno disponibili cerchi da 16 a 18 pollici e 19” sulla versione GT per il mercato Italia.

Internamente interessante è l’ampia plancia centrale, a sviluppo orizzontale e con finiture nero lucido e modanature cromo, che aumenta la sensazione di spazio. La nuova Sportswagon è disponibile con interni neri per la versione Class e GT-Line, mentre gli interni rossi saranno disponibili solo nella versione GT con colore esterno nero (Black Edition).

Optima Sportswagon è equipaggiata dell’ultima evoluzione del sistema AVN (Audio Visual Navigation) con schermi touchscreen da 7 (o 8 pollici con il navigatore integrato) e sistema radio digitale DAB+.

Questo modello è anche fra le prime Kia a disporre dei software Android Auto™, sviluppato per collegarsi con i cellulari Android 5.0 (Lollipop) e Apple CarPlay™ per iPhone 5 e successivi per la gestione vocale delle varie funzioni. Android Auto™ integra il cellulare e dà accesso a tutte le applicazioni presenti, comprese le attivazioni vocali, Google Maps, i messaggi e la possibilità di scaricare brani da Google Play Music senza distogliere l’attenzione dalla strada. Apple CarPlay™ renderà disponibile il controllo vocale Siri per tutte le funzioni, incluse Apple Maps e la dettatura messaggi, più la fruizione dei contenuti del proprio iPhone.

kia-optima

Il sistema di infotainment con touch screen è equipaggiato di serie con un impianto a sei altoparlanti e a richiesta con il potente (490 watt) Harman Kardon Premium Sound System, con 10 altoparlanti, amplificatore esterno e la tecnologia Clari-Fi™ per il miglioramento dei file MP3.

La gamma della Optima sw si compone di una versione Class abbinata al rinnovato motore 1.7 CRDi abbinato ad un cambio manuale a 6 marce o all’innovativo automatico a doppia frizione a sette rapporti.

La potenza è ora di 141 CV con una coppia massima di 340 Nm ed emissioni di CO² di 113 gr/km con il cambio manuale e di 120 gr/km con il cambio automatico, a cui corrispondono consumi medi di 4,4 e 4,6 litri/100 km. Il prezzo di questa versione è di 30.500 euro.

Lo stesso motore equipaggia la versione GT Line abbinata però solo al cambio automatico a sette rapporti, che naturalmente propone equipaggiamenti più sportivi come il battitacco e la pedaliera in alluminio, i cerchi in lega da 18 pollici e il doppio scarico cromato. Il prezzo della Optima sw GT Line è di 37.500 euro.

Infine troviamo la GT, disponibile con propulsore benzina 4 cilindri in linea aspirato 2.0 T-gdi da 163 CV che accelera da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi e ha un consumo medio di 8,2 litri/100 km con emissioni di CO² di 173 gr/km. Questa versione, in aggiunta alle dotazione della GT Line propone fra gli altri l’Around View Monitor, i cerchi in lega da 19”, minigonne in vernice e pinze dei freni rosse, il tutto ad un prezzo di 45.00 euro.

Ma non è finita qui! La Kia Optima berlina è ora disponibile anche abbinata al motore ibrido benzina plug-in, destinato ovviamente più ad una clientela business, che abbina un motore benzina di 1999 cc ad un motore Elettrico Sincrono a magneti permanenti da 68 CV di potenza. Il sistema ibrido combinato della Kia Optima dispone quindi di una coppia totale di 205 CV che fa raggiungere all’auto una velocità massima di 192 Km/h.

kia-optima-6

 

La vettura si ricarica al 100% in meno di 3 ore alle colonnine, mentre l’autonomia in modalità elettrica è di 54 Km ad una velocità massima di 100 Km/H. Le batterie, così come tutte le versioni dell’ammiraglia coreana, hanno una garanzia di 7 anni e l’obiettivo di vendita dei manager di Kia Italia è di un 15% sul venduta della gamma Optima che ha un stima di 1000 unità l’anno. Il prezzo è di euro 44.00 euro. (Stefania Favìa del Core)

Next Prev
kia-optima-7 
kia-optima-3 
kia-optima-9 
kia-optima-5
 
kia-optima-11 
Next Prev

 

About Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma ( registrazione in itinere)