venerdì , aprile 20 2018
Breaking News
Home / In Evidenza / Jaguar F-PACE SVR: design da SUV con prestazioni da supercar

Jaguar F-PACE SVR: design da SUV con prestazioni da supercar

La Jaguar F-PACE, eletta World Car of the Year e World Car Design of the Year 2017, diventa ancora più potente e veloce grazie al “trattamento” SVR, che le dona un telaio e un’aerodinamica migliorata, per la massima gratificazione del guidatore in ogni condizione di guida.

Progettata dalla divisione Special Vehicle Operations (SVO), la sua potenza è stata aumentata del 44%. Il motore benzina 5,0 litri V8 sovralimentato della F-PACE SVR eroga 550 CV di potenza e 680 Nm di coppia, che le consentono di accelerare fino a 100 km/h in soli 4,3 secondi e di raggiungere una velocità massima di 283 km/h.

I miglioramenti aerodinamici apportati prevedono prese d’aria maggiorate all’anteriore e nelle fiancate, che riducono la pressione nei passaruota e la portanza, oltre ad offrire un raffreddamento supplementare ed una migliore stabilità alle alte velocità. Inoltre, le esclusive estensioni dei passaruota e le modanature inferiori della carrozzeria offrono una distintiva muscolosità, tipica delle vetture SVR.

Prima F-PACE ad utilizzare l’Electronic Active Differential (EAD) posteriore, la SVR presenta una completa gamma di avanzate tecnologie, che sono state appositamente calibrate per questa vettura. La tecnologia della coppia on-demand dell’Intelligent Driveline Dynamics (IDD) con trazione integrale è stata ottimizzata per massimizzare i benefici dell’EAD, mentre i software delle sospensioni con Adaptive Dynamics, dell’Electronic Power Assisted Steering (EPAS) e del Dynamic Driving Mode sono stati tutti specificatamente tarati per la SVR. La coinvolgente modalità Dynamic assicura cambi di marcia più rapidi e reattivi, risposte più immediate dell’acceleratore e una maggiore reattività dello sterzo, in modo da offrire un’esperienza di guida più coinvolgente in tutte le condizioni. (er)

La Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma dal 1944