sabato , luglio 22 2017
Breaking News
Home / Eventi / Groupe PSA e l’e-mobility: a Milano per riscrivere il futuro

Groupe PSA e l’e-mobility: a Milano per riscrivere il futuro

Citroen e-Berlingo multispace

È assodato ormai: la mobilità elettrica sta gradualmente entrando nell’immaginario collettivo, basti pensare alla quantità di veicoli ad emissioni zero oramai presenti nelle città, alle competizioni sportive in materia, una fra tutte la Formula E, agli eventi sempre più numerosi volti a sensibilizzare sul tema.

In proposito, una fra le più sentite conferenze sulla mobilità elettrica a livello nazionale si tiene proprio in questi giorni a Milano, dal 18 al 20 maggio, coinvolgendo Case automobilistiche, istituzioni locali e nazionali, centri di ricerca ed università, con obiettivo comune discutere del futuro della mobilità elettrica in Italia, ed in particolare della nuova Carta Metropolitana sull’Elettromobilità da presentare al Governo. Documento contenente le linee guida per lo sviluppo dell’e-mobility nel nostro territorio segna la continuazione del percorso iniziato nel 2016 con la sottoscrizione della Carta Arese ma, a differenza di quest’ultima, coinvolgerà in maggior modo i Comuni.
E_mob, nome della conferenza organizzata nella cornice del Castello Sforzesco di Milano, coinvolge anche il gruppo francese PSA, rendendolo protagonista dell’evento, forte della sua esperienza nel settore. In occasione dell’incontro infatti, l’intesa d’oltralpe presenterà 3 modelli totalmente elettrici, ovvero la Peugeot iOn, la Citroën E-Mehari e la Citroën E-Berlingo Multispace, quest’ultima in anteprima nazionale.

Peugeot iOn

La rotondità delle forme, unita al notevole passo e ad una lunghezza sotto i 4 metri, rappresentano i tratti distintivi della iOn, citycar equipaggiata con un motore elettrico sincrono a magneti permanenti, che le consente una potenza di 64 CV ed un’autonomia prossima ai 150 km, considerando il ciclo standard europeo.
La capote, i rivestimenti interni lavabili con acqua e la carrozzeria in ABS è ciò che invece contraddistingue la Citroën E-Mehari, cabriolet elettrica dall’espressione giovane che, grazie ad una batteria “LMP” (Lithium Metal Polimère) di ultima generazione in grado di avere una scarsa dipendenza dalle condizioni climatiche, può garantire un’autonomia fino a 200 km nel ciclo urbano ed una potenza di circa 40 CV.
Per chi invece mette al primo posto la praticità, la modularità e la comodità, la risposta è Citroën E-Berlingo Multispace. Con il suo motore elettrico a magneti permanenti, in grado di erogare 67 CV, consente il trasporto di carichi voluminosi ed un’autonomia di 170 km.

L’impegno del gruppo francese nel settore della mobilità elettrica non si ferma qui però, ed il progetto GridMotion ne è un chiaro esempio. Destinato per il momento al solo mercato francese, il programma prevede la realizzazione di una rete di ricarica intelligente, volta a ridurre i costi di utilizzo dei veicoli elettrici. Portabandiera dell’impegno di PSA nell’elettrico resta comunque il marchio premium del gruppo, DS Automobiles, il quale salirà di livello dal prossimo anno, ricoprendo il ruolo di costruttore nel campionato di Fomula E, vetrina per eccellenza del massimo sviluppo della tecnologia legata alla mobilità elettrica e, grazie alla carica di “laboratori mobili” che ricoprono le monoposto, fonte di continue innovazioni da riproporre poi nella mobilità di tutti i giorni. (Lorenzo Pollini)

About Redazione Motor