martedì , giugno 19 2018
Breaking News
Home / Green Mobility / Bosch punta sul diesel pulito

Bosch punta sul diesel pulito

Bosch presenta importanti novità tecnologiche che ridanno una nuova spinta all’alimentazione diesel rendendola più pulita e sostenibile.

“Stiamo ampliando i confini di ciò che è tecnicamente fattibile. Con la tecnologia Bosch di ultima generazione, i veicoli diesel rientreranno nella classe delle basse emissioni mantenendo costi sostenibili” ha dichiarato durante la conferenza stampa, il CEO di Bosch, Volkmar Denner.

Già oggi, un veicolo compatto come la Golf, dotato della tecnologia diesel Bosch, riesce a raggiungere valori medi di emissione di ossidi di azoto (NOx) fino a soli 13 mg/km nei cicli RDE. Un valore che è circa un decimo del limite che sarà imposto dal 2020. Il nuovo sistema di propulsione diesel Bosch si basa ampiamente su componenti che sono disponibili sul mercato o molto prossimi alla produzione. Pertanto è disponibile con effetto immediato per i clienti che vogliono incorporarlo nei loro progetti di produzione.

A oggi i due fattori hanno ostacolato la riduzione delle emissioni di ossidi di azoto per i veicoli diesel. Il primo è lo stile di guida. La soluzione tecnologica sviluppata da Bosch è un sistema di gestione del flusso dell’aria altamente reattivo per il motore. Uno stile di guida dinamico richiede un ricircolo ugualmente dinamico dei gas di scarico. Si riesce ad ottenere questo risultato con l’impiego di un turbocompressore che reagisce più rapidamente rispetto ai turbocompressori tradizionali. Grazie alla combinazione del ricircolo dei gas di scarico ad alta e bassa pressione, il sistema di gestione del flusso dell’aria diventa ancora più flessibile. Ciò significa che gli automobilisti possono passare alle alte velocità senza picchi nelle emissioni. Ugualmente importante è l’influenza della temperatura. Per assicurare la conversione ottimale dei NOx, la temperatura dei gas di scarico deve essere superiore a 200 °C.

Nella guida urbana i veicoli spesso non riescono a raggiungere questa temperatura. Bosch ha quindi optato per un sofisticato sistema di gestione termica per il motore diesel. Il sistema regola attivamente la temperatura dei gas di scarico, assicurando che il sistema di scarico resti sufficientemente caldo per funzionare entro una gamma di temperatura stabile e che, allo stesso tempo, il livello di emissioni resti basso. La tecnologia si basa su componenti già in uso ed è compatibile con le norme Euro 6d-TEMP o Euro 6d, dunque accompagnate dalla presenza del sistema SCR con AdBlue. (Redazione)

La Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma dal 1944