mercoledì , giugno 28 2017
Breaking News
Home / In Primo Piano / Al volante della nuova Maserati Quattroporte: una sedan dalla doppia anima

Al volante della nuova Maserati Quattroporte: una sedan dalla doppia anima

GTS-GranSport1

Palermo – Com’è noto il marchio Maserati porta con sé una tradizione di sportività indimenticabile che fa parte del suo fascino. E per questo la presentazione del nuova ammiraglia Quattroporte non poteva non avvenire se non in un luogo simbolo per il marchio modenese; in quella zona di Palermo che fu testimone delle sue vittorie nella prestigiosa Targa Florio; come tutti gli appassionati sanno, infatti, la Targa Florio per Alfieri Maserati è stata probabilmente la gara più rilevante della sua vita, con la prima vittoria che risale al 1926 sulla prima auto da corsa della Casa del Tridente, la Tipo 26.

Su queste stesse strade è stata presentata la nuova ammiraglia, la Quattroporte Model Year 2017 che è molto più di un semplice restyling in quanto le modifiche apportate ne accentuano l’eleganza senza alterare la sua inconfondibile personalità. Anzi la sua doppia anima, sportiva ed elegante, viene accentuata dalla nascita delle versioni GranLusso e GranSport.

Si tratta di una strategia di gamma, mirata a offrire una scelta più ampia e precisa ad una clientela estremamente esigente, concepite per soddisfare quei clienti che cercano un prodotto differenziato ed esclusivo nel segmento delle berline executive enfatizzando le due componenti fondamentali.

GranLusso e GranSport sono disponibili come versioni aggiuntive per tutte le Quattroporte con motore V6 (Quattroporte Diesel, Quattroporte, Quattroporte S, Quattroporte S Q4); entrambi le versioni saranno proposte allo stesso prezzo per tutti i modelli Quattroporte. Sulla Quattroporte GTS, variante top di gamma con motore V8 Twin Turbo, le versioni GranLusso o GranSport sono disponibili, a scelta, di serie.

GTS-GranSport6
La Quattroporte in versione GranSport

Le due nuove versioni sono immediatamente riconoscibili grazie alla forte connotazione degli esterni e all’esclusività degli interni. Ad esempio la versione GranLusso presenti gli interni formati Ermenegildo Zegna, che propone, fra l’altro, la selleria in pelle e seta.

La nuova Quattroporte si caratterizza esternamente per la rinnovata linea dei paraurti, con profilo nero opaco all’anteriore ed estrattore nero opaco al posteriore. Anche la nuova griglia anteriore, icona dell’identità Maserati, è ora declinata in forme nuove, ispirate all’Alfieri e già presenti sul Levante: più rastremata e imponente, introduce nuovi elementi verticali cromati in contrasto con la profondità data dalle forme “a muso di squalo”. Altri dettagli caratterizzanti della nuova Quattroporte sono le minigonne laterali color nero opaco e gli specchi retrovisori esterni, anch’essi leggermente modificati nelle linee per incorporare nuovi contenuti tecnologici.

Nella griglia anteriore tra gli sfoghi d’aria e il radiatore del motore è stato inserito un Air Shutter a regolazione elettrica che permette una regolazione ottimale della temperatura dei liquidi motore e, insieme all’ottimizzazione dei nuovi paraurti anteriore e posteriore, dei convogliatori e del fondo piatto, migliora la resistenza aerodinamica della vettura del 10%, consentendo allo stesso tempo di ridurre i consumi in marcia autostradale fino al 3%.

Le migliorie sugli interni sono state concepite per esaltare la purezza dell’ambiente in abitacolo, sottolineando solo le parti funzionali e puntando sull’essenzialità nell’integrazione dei nuovi elementi di interfaccia degli apparati di infotelematica e nella console centrale sul tunnel.

In particolare è da notare nella zona centrale della plancia – ridisegnata – un nuovo ed elegante display capacitivo ad alta risoluzione da 8,4” con funzione multi-touch.

Anche la parte inferiore della console centrale è stata ridisegnata e ora prevede un doppio selettore rotante per la regolazione del volume e dei controlli del sistema infotelematico e il vano porta-telefono.

Il nuovo sistema infotelematico è compatibile con le utili funzioni di mirroring per smartphone sia Apple CarPlay che Android.

GTS-GranLusso6

Per quanto riguarda la gamma motori, aggiornata nel 2016, è omologata Euro 6 e consente una riduzione fino al 12% nelle emissioni e nei consumi, ma con prestazioni invariate rispetto ai precedenti motori Euro 5.

I motori a benzina, tutti con iniezione diretta, beneficiano dall’introduzione della funzione Start&Stop.

Sempre disponibile, anche perché ha ottenuto un notevole successo, il primo motore diesel di Maserati, il V6 Turbo di 3,0 litri sviluppato dalla VM Motori conformemente ai requisiti Maserati in termini di prestazioni, efficienza e piacere di guida. Il motore è omologato Euro 6 e si avvale della tecnologia Ad Blue, che prevede un serbatoio specifico montato a bordo dietro al serbatoio posteriore.

GTS-GranLusso5
La versione GranLusso

La Quattroporte Diesel, con Stop&Start, sviluppa una coppia di 600 Nm a un regime di 2.000-2.600 giri/min e una potenza massima di 275 CV (solo per il mercato italiano è disponibile una versione da 250 CV) a 4.000 giri/min. Il motore accelera da 0 a 100 km/h in 6,4 secondi, fino a una velocità di punta di 252 km/h. (Stefania Favìa del Core)

Maserati-Quattroporte-GTS-G
Gli interni della GRanSport
Next Prev
 GTS-GranSport4

Il nuovo display qui nella versione GrnLusso

 GTS-GranLusso3

Il nuodo diplay touch al centro del tunnel centrale, qui nella versione GranLusso

GTS-GranSport8
 GTS-GranSport7
Next Prev

 

 

About Redazione

Rivista Motor | Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Roma ( registrazione in itinere)